Indiestyle

Dove comprare capi sostenibili online

 

Dopo aver parlato di moda sostenibile e come riconoscere l’abbigliamento fatto per bene, sarebbe bello capire dove comprare i capi sostenibili. La prima risposta che mi viene in mente è: non nei centri commerciali. Non che di per sé siano il male, è che diventa difficile coniugare la sostenibilità con il fast fashion. Alcuni, come H&M, ci provano, ma rimangono comunque i principali fautori della moda a basso costo e usa e getta. Esistono moltissime alternative valide a prezzi contenuti, realtà medio-piccole locali, sarte, mercati dell’usato. Basta conoscerle e provare a fare acquisti intelligenti anziché compulsivi. Iniziamo con lo shopping online, giusto per prendere dimestichezza con l’argomento.

Capi sostenibili online: Etsy

Etsy è uno dei più grandi e-shop di creativi, designer, artigiani e curatori. In un’ottica di sostenibilità e trasparenza a 360°, questo marketplace offre ogni tipo di oggetto, accessorio, complemento d’arredo, capo d’abbigliamento handmade. Il bello di Etsy è che offre milioni di pezzi unici e promuove venditori indipendenti, in molti casi piccoli produttori. È la versione digitale del mercatino, per intenderci, con la garanzia di una piattaforma per gli acquisti protetta e conosciuta in tutto il mondo.

Capi sostenibili vintage: Depop

È la versione digitale internazionale del negozio dell’usato, l’e-commerce vintage che hai sempre sognato. Su Depop si possono trovare sari indiani originali degli anni ’80, gonne a ruota vintage, accessori di vera pelle made in Italy come non se ne vedono più. Visto che si tratta di acquisti online e non c’è modo di verificare di persona lo stato effettivo dei capi, verificate almeno le credenziali del venditore, i feedback lasciati dai clienti e tutte le foto dell’articolo che intendete comprare.

Capi sostenibili online: People Tree

People Tree è un marchio interamente sostenibile, sia in termini di materiali (tutti i capi sono in cotone organico certificato GOTS e tinti a mano con colori naturali), sia in termini di filiera (le collezioni sono prodotte da donne in difficoltà del Bangladesh). Nata nel 1991 a Tokyo dalla volontà di Safia Minney di diffondere il concetto di sostenibilità tra i giapponesi, a oggi è l’e-commerce di moda etica ed ecologica più importante del Regno Unito. I prezzi di People Tree sono democratici e la qualità è ottima. La disponibilità dei prodotti è spesso limitata: non trattandosi di produzione industriale, le collezioni contano un numero di capi limitato.

La moda sostenibile di Zalando

Anche uno dei top player della moda online ha una sezione dedicata alla sostenibilità. Molti dei capi in vendita su Zalando sono certificati oppure provengono dal commercio equo-solidale. Per trovarli basta cercare la tag “sostenibile” direttamente nella sezione “cerca”. Scorprirete che molti dei capi supportano la coltivazione sostenibile realizzata attraverso la Better Cotton Initiative o sono fatti in lyocell, una fibra derivata dal legno che, a differenza della viscosa tradizionale, viene prodotta con meno solvente organico in un processo a “circuito chiuso”: il 99,5% delle sostanze chimiche utilizzate nel processo viene continuamente riciclato e riutilizzato.

I capi fatti con cura di Lazzari

“Fatto con cura in Italia” è il manifesto di Lazzari, una piccola azienda di famiglia che confenziona capi come una volta: con attenzione, amore per i dettagli, predilizione per tessuti di qualità. In altre parole, la quintessenza del made in Italy. Sull’e-shop di Lazzari troverete abbigliamento, borse e scarpe, e l’immancabile maglione Oh-là-là che fa il tutto esaurito a ogni collezione.

Moda sostenibile online: Wrad

Più che un marchio, Wrad è un vero e proprio manifesto. Un modo di vivere e vedere il mondo in modo etico, non inquinante e a basso impatto. Tra i fondatori ci sono due giovani italiani e il progetto include capi basic come t-shirt e felpe in tessuti naturali. La maglietta si chiama GraphiTee: è tinta con la grafite di recupero dalle lavorazioni hi-tech e con un procedimento naturale e antichissimo in uso in Calabria. La felpa è in canapa, una fibra naturale che rende il 200% in più del cotone e necessita di meno acqua e zero pesticidi.

Fatti a mano da artigiani: i capi sostenibili di Artimondo

Artimondo è l’e-commerce dell’Artigianato in Fiera, una delle più grandi fiere sulle eccellenze artigianali italiane e internazionali che si svolge ogni anno a Milano. Sullo shop di Artimondo ci sono prodotti artigianali di ogni tipo: arredamento, abbigliamento, prodotti enogastronomici, cosmetici, articoli regalo. Si possono anche ordinare capi e accessori personalizzati o su misura, trovare promozioni speciali tutto l’anno e informazioni dettagliate su ogni artigiano.

I capi sostenibili di Yoox

Yooxygen è la sezione green di Yoox. Ideato grazie alla consulenza di Marina Spadafora, responsabile di Fashion Revolution Italia e direttore creativo di Auteurs du Monde, questo e-shop risponde ai criteri della moda etica e green selezionando marchi che condividono i valori della moda responsabile. I prezzi sono vari e molti dei designer presenti sono emergenti. Quando si dice sostenere le nuove generazioni (e i buoni propositi).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *